BMW M2

  • 02.01.2016

Tutte le novità auto del 2016 recensite dallo Staff Service Car Inzago

BMW M2

Più che una versione ancor più pepata della già vivace 235i M, la BMW M2 sembra quasi una M4 in scala ridotta (e neanche più di tanto): il motore è il 3.0 turbo a sei cilindri della 235i, sottoposto a una profonda revisione che ne aumenta la potenza da 326 a 370 CV. Generosa la coppia, con 465 Nm incrementabili a 500 mediante overboost. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h dichiarati; il passaggio da 0 a 100 km/h viene coperto in 4”5 dichiarati con il cambio manuale a 6 marce di serie e 4”3 con il robotizzato a doppia frizione opzionale. Dalla sportiva M4 derivano gli assali, anteriore e posteriore, con bracci delle sospensioni, supporti ruota, telaietti e piastra di rinforzo in alluminio per contenere il peso dei cinematismi: rispetto alle altre Serie 2 Coupé, le carreggiate sono più larghe di 5 cm davanti e di ben 8 dietro. La trazione è posteriore, provvista di differenziale autobloccante meccanico a controllo elettronico Active M Differential (bloccabile fino al 100%); specifica è la taratura del controllo elettronico di stabilità, che prevede la modalità supplementare chiamata M. Specifico anche l’impianto frenante, con dischi di 380 mm all’avantreno e 370 al retrotreno. Il listino parte da 62.400 euro.