Informarsi su Rc auto

  • 14.04.2017

Risarcimento diretto anche negli incidenti multipli

Informarsi su Rc auto

Sta facendo molto discutere, tra gli avvocati e non solo, la sentenza n. 3146/17 emessa dalla III Sezione della Corte di Cassazione in materia di Rc auto. Oggetto della disputa il concetto introdotto dai giudici, secondo il quale il risarcimento diretto è applicabile anche quando i veicoli coinvolti in un incidente siano più di due, a patto che il responsabile sia uno solo. E questo nonostante l’art. 149 del Codice delle assicurazioni sembri dire il contrario.

Interpretazioni incrociate: la Cassazione argomenta la sua decisione in base al Regolamento di applicazione del risarcimento diretto (Dpr 256/06), che definisce "sinistro" l’avvenuta collisione "nel territorio della Repubblica tra due veicoli a motore senza coinvolgimento di altri veicoli responsabili" evidenziando, dunque, una discriminante basata sulla responsabilità, non sul numero dei veicoli coinvolti. Sempre secondo i giudici, tale interpretazione è in linea con lo spirito dell’art. 149 del Codice delle assicurazioni e troverebbe un ostacolo solo nel caso in cui ci fosse un ulteriore responsabile e, quindi, fosse coinvolta un’altra assicurazione.

I dubbi della sentenza: quest’orientamento, tuttavia, suscita numerose perplessità tra i legali. Secondo gli esperti di diritto, ci sarebbe un conflitto con l’art. 2054 del Codice civile che presuppone una corresponsabilità in capo a tutti i conducenti dei mezzi incidentati. Lo stesso art. 149 del Codice delle assicurazioni, inoltre, si presta a un’interpretazione speculare rispetto a quella dei giudici, perché parla esplicitamente di due veicoli coinvolti, non di più. Che cosa, dunque, deve fare l’automobilista coinvolto in un incidente assieme ad altri veicoli laddove venga accertato un unico responsabile? C’è un po’ di confusione: secondo la sentenza potrebbe invocare la procedura del risarcimento diretto, mentre per gli avvocati è ancora prematuro: meglio ricorrere all’iter usuale, cioè rivolgersi direttamente alla compagnia del responsabile.