Con la neve... Più prudenza!

  • 07.02.2015

Maggiore attenzione alla guida con la neve

Con la neve... Più prudenza!

Se quando si parte le ruote slittano, può essere conveniente innestare la seconda marcia invece della prima e “lavorare di frizione”. In generale, meglio viaggiare con le marce alte (per esempio la terza e la quarta) ma a velocità ridotta: l’Abs (sistema antibloccaggio delle ruote in frenata, presente per legge su tutte le auto immatricolate dal 2004 in poi) e l’Esp (controllo elettronico della stabilità) aiutano a mantenere il controllo dell’auto, ma non fanno miracoli. La distanza di sicurezza dagli altri veicoli deve aumentare notevolmente perché gli spazi di frenata si allungano.

Come frenare. Per rallentare, è meglio scalare marcia piuttosto che frenare. Quando è necessario agire sui freni, è consigliabile farlo dolcemente e mentre l’auto sta procedendo con le ruote diritte, perché ha più aderenza rispetto a quando è in curva. In caso di frenata d’emergenza, invece, meglio “pestare” forte sul pedale in modo da fare intervenire l’Abs, che sfrutterà al massimo l’impianto frenante senza bloccare le ruote. In discesa, è opportuno usare le marce basse in modo da sfruttare il più possibile il freno motore: scendendo i tornanti di una strada di montagna, per esempio, è meglio tenere una marcia bassa (diciamo la seconda), frenare piano nel tratto rettilineo, se necessario scalare e poi percorrere la curva a velocità costante e girando il volante con cautela.

Prevenire è meglio che curare. La regola della prevenzione vale anche alla guida, soprattutto in condizioni difficili. Bisogna guardare il più possibile lontano, controllando lo stato della strada, individuando eventuali mucchi di neve, restringimenti e veicoli fermi, e cercando di prevedere che cosa faranno gli automobilisti che precedono, in modo da anticipare le loro mosse. Per evitare, ancora una volta, manovre brusche.

Ghiaccio e neve alta. Il ghiaccio vivo rappresenta l’insidia maggiore per i guidatori: sulle lastre bisogna procedere con estrema cautela, a passo d’uomo. Ma il ghiaccio si può anche trovare all’improvviso sulla strada: l’unica soluzione è cercare di individuarlo (solitamente si manifesta con strisce molto scure e lucide) e di frenare prima di trovarcisi sopra. Se invece si è nel pieno di una nevicata e la strada è coperta di un manto spesso, meglio evitare di incanalarsi nelle scie dei veicoli passati prima. All’occorrenza, si possono anche montare le catene (sempre sulle ruote motrici): anche in questo caso si procede a passo d’uomo. Le catene vanno smontate non appena la strada torna pulita per evitare di rovinare pneumatici, sospensioni e strada.