Alcune "scottanti" novità sul codice della strada

  • 21.08.2014

Omicidio stradale, proventi multe, veicoli banditi a neopatentati e over 80

Alcune "scottanti" novità sul codice della strada

Ecco, dunque, le novità:

Omicidio stradale. Questa volta dovrebbe davvero arrivare: il reato penale di omicidio stradale è pronto per entrare nel Codice, dopo il pressing delle associazioni sensibili ai temi della sicurezza e l’appoggio incondizionato, negli ultimi mesi, di pressoché tutte le forze politiche. Sì anche all’ergastolo della patente, la revoca a vita.

Under e over. Per i neopatentati, così come i più attempati alla guida, che passino gli 80 anni, sono in arrivo restrizioni sulla cilindrata dei veicoli che sarà consentito guidare. Solo in presenza di una persona al di sotto dei 65 anni sarà consentito, per i freschi di licenza, mettersi al volante di un mezzo superiore alla soglia massima. Contestualmente, poi, il pilota non dovrà avere sul capo recenti sanzioni o infrazioni che abbiano implicato la riduzione dei punti. Aumentano i controlli della salute per gli over 80, che, in caso no intendano sottoposti a esami più approfonditi, si vedranno ridurre la facoltà di guida solo per cilomotori a tre ruote o quadricicli leggeri.

Sanzioni. Cambia la destinazione degli importi incassati da parte degli automobilisti indisciplinati. con la nuova legge, infatti, gli introiti verranno destinati a interventi per migliorare le condizioni di viabilità e circolazione. Per esattezza, il 15% degli incassi andrà a un fondo destinato a intensificare i controlli sulle arterie stradali, mentre il 20% finirà in una riserva per la sicurezza stradale